GLI AFFRESCHI DI BUONAMICO BURLAMACCO AL CAMPO SANTO DI PISA

dopo più di 15 anni di restauri, e una spesa di 7 milioni di euro, i capolavori sono tornati nella loro posizione originale. visibili ogni giorno dalle 8 alle 20

fotografie di Massimo Pacifico

Il cosiddetto ciclo del Trionfo della morte è stato realizzato, per il Campo santo di Pisa, tra il 1336 e il 1341. Dipinto da Buonamico Buffalmacco, protagonista di tante novelle di Boccaccio, si compone di tre diverse scene: le Storie dei Santi Padri, il Giudizio Universale e l’Inferno e il Trionfo della Morte. E’ in quest’ultima che il pittore raggiunge la sua massima espressione, combinando diversi nuclei narrativi autonomi, funzionali alla rappresentazione del tema. Il primo vede, all’estrema sinistra, tre cadaveri improvvisamente scoperti da una brigata di giovani elegantemente vestiti, impegnati in una battuta di caccia; al centro un gruppo di storpi e mendicanti nell’atto di invocare la rapida fine che già ha raggiunto laici ed ecclesiastici al loro fianco; sulla destra, infine, si svolge l’amorevole conversazione delle cortigiane ambientata in un rigoglioso giardino. Su tutti incombe la morte, armata di falce, accompagnata da una schiera di demoni alati che lottano in cielo contro gli angeli per conquistarsi le anime dei defunti.
Anche la scena del Giudizio Universale è impostata su due livelli: Cristo e la Madonna in alto, affiancati dagli angeli e la sfera celeste, mentre nell’ordine inferiore i morti vengono divisi tra eletti, trattenuti alla destra di Cristo, e dannati trascinati nei gironi dell’Inferno. La narrazione prosegue con la scena successiva, le Storie dei Santi padri, ovvero gli anacoreti tentati nel deserto egiziano dal demonio che si presenta in mille travestimenti.


BAL_4747BAL_4607BAL_4613BAL_4658BAL_4616BAL_4662BAL_4624BAL_4633BAL_4619BAL_4611BAL_4655BAL_4639BAL_4640


 


 


BAL_4741BAL_4670BAL_4669BAL_4713BAL_4672BAL_4679BAL_4674BAL_4709BAL_4680BAL_4701BAL_4707BAL_4692BAL_4697BAL_4740BAL_4718BAL_4734BAL_4725BAL_4736BAL_4729BAL_4717

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.